Condizioni Generali di Contratto

Le presenti condizioni generali di contratto (di seguito CGC) si applicano a tutti i rapporti commerciali e contrattuali, tra la sottoscritta società Wentronic Italia S.r.l. (di seguito il "Venditore") ed i propri acquirenti per la fornitura di merci o altri servizi.

1. Ambito di applicazione

1.1 Il Venditore rifornisce esclusivamente professionisti ai sensi dell'art. 3 D. Lgs. 206/2005 ("Professionista") ossia quei soggetti che in possesso di partita iva effettuano un ordine nell'esercizio della propria attività imprenditoriale o professionale e non consumatori finali privati. Ogni acquirente assicura di effettuare ordini presso il Venditore esclusivamente nell'esercizio della propria attività professionale o imprenditoriale e di agire in qualità di Professionista.
1.2 Le presenti CGC disciplinano tutti i rapporti di fornitura tra le parti. Eventuali condizioni generali redatte dell'acquirente non troveranno applicazione nei rapporti tra le parti se non espressamente accettate per iscritto dal Venditore. Il Venditore non sarà vincolato a condizioni generali dell'acquirente neanche nell'ipotesi in cui le stesse siano richiamate o contenute negli ordini o in qualunque altro documento di provenienza dell'acquirente, se non accettate espressamente per iscritto.
1.3 Le presenti CGC si applicano anche ai negozi giuridici futuri, purché si sia fatto riferimento ad esse al più tardi nella conferma d'ordine.

2. Conclusione del contratto, offerte, prezzi e utilizzo dei dati delle merci

2.1 Il contratto si intende perfezionato nel momento in cui l'acquirente riceve dal Venditore, la conferma dell'ordine. La conferma si intende ricevuta dall'acquirente decorsi 3 giorni dall'invio da parte del Venditore all'indirizzo comunicato dall'acquirente al Venditore per iscritto.
2.2 Tutti i prezzi sono da considerarsi al netto dell'IVA prevista dalla legge o di qualsiasi costo, imposta o tassa applicabili, che saranno addebitati separatamente, e si intendono franco magazzino.
2.3 Fatto salvo quanto diversamente concordato, le offerte del Venditore non si considerano vincolanti per lo stesso, e il Venditore si riserva il diritto di apportare le opportune variazioni ai prezzi.
2.4 Le descrizioni e i dati tecnici corrispondono alle indicazioni del produttore. Il Venditore si riserva il diritto di apportare eventuali modifiche. Il Venditore non assume alcuna garanzia per eventuali errori di stampa.
2.5 All'acquirente è consentito l'utilizzo dei contenuti di cataloghi e offerte online del Venditore (ad es. descrizioni, dati e raffigurazioni di prodotti) - anche di semplici estratti degli stessi - solo con il consenso espresso del Venditore. Tale consenso si considera immediatamente revocato, qualora l'acquirente non acquisti (più) la merce in questione esclusivamente dal Venditore.

3. Fornitura, termini e impedimenti alla consegna

3.1 L'acquirente è vincolato a quanto indicato nell'ordine di acquisto e alla accettazione della merce consegnata. In caso di rifiuto della consegna della merce, l'acquirente sarà responsabile ai sensi dell'art. 1218 nei confronti del Venditore.
3.2 Le scadenze e i termini di consegna hanno natura meramente indicativa e non vincolante per il Venditore.
3.3 Si intendono espressamente accettate dall'acquirente forniture parziali. I prodotti momentaneamente esauriti vengono automaticamente annotati come arretrati e saranno forniti in un secondo momento, sempre che l'acquirente non comunichi anticipatamente la loro cancellazione .
3.4 Eventuali impedimenti alla consegna non imputabili al Venditore, quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, casi di forza maggiore, sciopero, guasti tecnici nel proprio stabilimento o in quello del subfornitore, difficoltà di trasporto etc., autorizzano il Venditore a differire la consegna per la durata dell'impedimento o a recedere in tutto o in parte dal contratto. In caso di indisponibilità della merce ordinata, il Venditore ne informerà immediatamente l'acquirente e restituirà senza indugio le controprestazioni già ricevute.

4. Spedizione, passaggio del rischio, affrancatura e imballaggio

4.1 La spedizione della merce è effettuata da un vettore o un corriere scelto dal Venditore. Il trasferimento del rischio all'acquirente ha luogo non appena la merce è consegnata dal Venditore al vettore o al corriere. Tuttavia, anche nel caso in cui il Venditore stesso esegua direttamente la spedizione, il passaggio del rischio avverrà al più tardi nel momento in cui la merce lascerà il magazzino del Venditore.
4.2 Su richiesta e a spese dell'acquirente, il Venditore assicurerà la merce contro i rischi di trasporto.
4.3 A integrazione delle presenti CGC, alle spedizioni all'estero si applicano le condizioni di consegna ex works in conformità con gli Incoterms nella loro versione di volta in volta vigente, fermo quanto previsto in ogni caso in merito al trasferimento del rischio.
4.4 Le spese di affrancatura e imballaggio sono sempre addebitate separatamente all'acquirente.

5. Pagamento e mora

5.1 Ove non sia stata espressamente concordata per iscritto una diversa modalità di pagamento, l'importo indicato in fattura dovrà essere corrisposto al Venditore senza detrazioni prima del invio della merce. In caso di diversa modalità di pagamento, l'importo indicato in fattura, a prescindere da eventuali denunce di vizi, dovrà essere corrisposto al Venditore senza detrazioni entro 30 giorni data fattura. In caso di superamento del termine di 30 giorni, troveranno applicazione le previsioni di cui al D. Lgs. 231/2002 e successive modificazioni.,
5.2 Il pagamento si considera perfezionato con effetto liberatorio se il Venditore può liberamente disporre del relativo importo. È escluso e privo di efficacia liberatoria, salvo diverso accordo scritto, il pagamento effettuato mediante assegno.
5.3 In caso di mandato per addebito diretto SEPA, al Venditore è consentito entro il termine minimo, ovvero al più tardi entro un giorno lavorativo (24 ore) prima dell'addebito, di inviare all'acquirente un avviso (pre-notifica) contenente l'importo e la data dell'addebito sul conto corrente bancario dell'acquirente.
5.4 Se l'acquirente si trova in mora nei confronti del Venditore rispetto a qualsiasi obbligo di pagamento, oltre a questi diverranno subito esigibili tutti i possibili crediti vantati dal Venditore nei confronti dell'acquirente.
5.5 Qualora l'acquirente si trovi in mora nel pagamento e ciononostante il Venditore gli consegni ulteriori merci, i pagamenti eseguiti dall'acquirente saranno imputati alla merce consegnata per ultima senza che questo comporti rinuncia alle somme dovute dall'acquirente.
5.6 In caso di ingiustificato rifiuto dell'accettazione, il Venditore ha diritto al risarcimento dei danni nei confronti dell'acquirente, incluso il lucro cessante. Il danno, compreso il lucro cessante, ammonta ad almeno il 10% del prezzo d'acquisto oltre I’IVA di legge, salva la possibilità per il Venditore di provare danni maggiori.
5.7 È ammessa la compensazione solo con crediti dell'acquirente certi, liquidi ed esigibili. L'acquirente potrà esercitare il diritto di ritenzione solo se esso si fonda sullo stesso rapporto contrattuale.

6. Riserva di proprietà

6.1 Il Venditore consegna la merce all'acquirente sempre e solo sotto riserva di proprietà ai sensi dell'art. 1523 fino all'integrale pagamento del prezzo d'acquisto al Venditore.
6.2 Nonostante l'acquirente non ne detenga la proprietà, egli è tuttavia legittimato a trasformare e ad alienare la merce nell'ambito degli ordinari rapporti commerciali con espressa esclusione di qualsiasi altra facoltà (quale, a titolo meramente esemplificativo, la dazione in pegno, il trasferimento a titolo di garanzia), a condizione che non sia in mora. L'acquirente, già da ora, cede interamente e incondizionatamente al Venditore i propri crediti (inclusi tutti i saldi a credito del conto corrente) relativi alla merce derivanti dall'alienazione, dalla trasformazione o fondati su altri motivi giuridici (assicurazione, atto illecito) e si impegna a compiere tutte le comunicazioni o formalità eventualmente necessarie o opportune al fine di rendere pienamente efficace e opponibile tale cessione. Il Venditore accetta tale cessione e autorizza l'acquirente, riservandosi la facoltà di revocare tale autorizzazione a propria insindacabile scelta, a incassare per conto del Venditore ma a proprio nome i crediti ceduti al Venditore stesso e a trasferire senza indugio i relativi importi al Venditore.
6.3 Il Venditore si riserva la facoltà di stipulare un accordo con l’acquirente, che accetta senza riserve, per convertire la riserva di proprietà in una garanzia comprensiva di tutti i crediti presenti e futuri.
6.4 Nel caso in cui, a seguito di trasformazione o montaggio della merce abbia luogo unione o commistione, le stesse opereranno sempre a favore del Venditore. Nel caso di estinzione della (com)proprietà del Venditore, si conviene già da ora che la (com)proprietà dell'acquirente relativa alla cosa unitaria si trasferisce al Venditore in proporzione al valore (valore di fattura), salvo diversa volontà espressa dal Venditore. L'acquirente custodisce a titolo gratuito la (com)proprietà del Venditore.
6.5 In caso di accesso di terzi, a qualunque titolo, alla merce soggetta a riserva di proprietà, l'acquirente si impegna a segnalare loro che si tratta di beni di proprietà del Venditore e a informare immediatamente lo stesso.
6.6 Qualora la condotta dell'acquirente non sia conforme al contratto - in particolare nel caso di mora nel pagamento - il Venditore, ha diritto a ottenere la restituzione della merce soggetta a riserva di proprietà ed eventualmente a richiedere la cessione del diritto alla restituzione dell'acquirente nei confronti di terzi. In tali casi il Venditore ha altresì diritto a incassare per conto proprio i crediti non riscossi dell'acquirente nei confronti del cliente di quest'ultimo. A richiesta del Venditore, l'acquirente è obbligato a indicare al Venditore il nome del proprio cliente, a comunicare allo stesso una sua eventuale cessione e a fornire al Venditore tutte le informazioni e i documenti necessari per far valere i suoi diritti nei confronti del cliente. Anche il Venditore è autorizzato a informare della cessione il cliente dell'acquirente.
6.7 Il Venditore, a richiesta dell'acquirente, si obbliga a svincolare a sua scelta le garanzie conferitegli, qualora il valore delle garanzie esistenti realizzabile sul mercato superi del 10% quello dei crediti da assicurare.

7. Cessione

7.1 Il Venditore è legittimato a cedere a terzi i diritti spettanti allo stesso nei confronti dell'acquirente.
7.2 I diritti dell'acquirente nei confronti del Venditore non sono trasferibili.

8. Garanzia e responsabilità

8.1 In deroga agli articoli 1483, 1484, 1490 e 1497 il Venditore garantisce i prodotti, nel limite in cui consentito dalla legge.
8.2 Non sarà accettato alcun reso merce se non espressamente autorizzato per iscritto dal Venditore.
8.3 Eventuali contestazioni dell'acquirente concernenti la merce consegnata devono essere comunicate per iscritto al Venditore, a pena di decadenza, entro otto (8) giorni dalla ricezione della merce stessa.
8.4 In caso di fondate denunce di vizi, il Venditore potrà, ove lo ritenga opportuno, a propria insindacabile scelta eliminare il vizio oppure accreditare l'importo addebitato a seguito dell'integrale restituzione della merce da parte dell'acquirente, ovvero fornire gratuitamente entro un congruo termine una prestazione sostitutiva o di accreditare all'acquirente la differenza tra l'importo addebitato e il minore valore della merce.
8.5 Il Venditore non risponde dei danni subiti dall'acquirente, salvo disposizioni inderogabili di legge contrarie.

9. Informativa sulla privacy

9.1 Il Venditore rileva e memorizza i dati dell'acquirente necessari per lo svolgimento della transazione. Nell’elaborazione dei dati personali dell'acquirente, il Venditore opera nel rispetto delle disposizioni di legge sulla protezione dei dati.
9.2 Per maggiori dettagli si rimanda all'informativa sulla privacy resa disponibile congiuntamente alle presenti condizioni generali.

10. Avvertenze su varie tipologie di batterie

10.1 Chi vende pile e accumulatori portatili (ovvero apparecchi che contengono pile e accumulatori portatili), è tenuto ad esporre in evidenza, in prossimità dei banchi di vendita, con caratteri ben leggibili, un avviso al pubblico circa:
- la possibilità di lasciare presso i propri punti vendita i rifiuti di pile o accumulatori portatili;
- i pericoli e i danni (anche potenziali) all'ambiente e alla salute umana derivanti dallo smaltimento delle pile e degli accumulatori al di fuori degli appositi contenitori per la raccolta separata;
- il significato dei simboli apposti sulle pile e gli accumulatori, relativi al mercurio (Hg), cadmio (Cd) e piombo (Pb).
Avvertenze specifiche sulle batterie Li-Ion
-Usare solo ed esclusivamente carica batterie certificati ed adatti a caricare batterie Li-Ion. Non utilizzare carica batterie da auto.
-Non cortocircuitare le batterie Li-Ion. Proteggere i terminali durante il trasposto o lo stoccaggio di queste batterie, evitare il contatto tra i terminali e questi ultimi con materiali ferrosi. E’ pericoloso tenere le batterie senza protezioni dei terminali in sacchetti, tasche, e contenitori in generale.
-Verificare che le batterie Li-Ion che state utilizzando siano ricaricabili, in caso di incertezza non inserire le batterie nel carica batterie.
-Non utilizzare e caricare assieme batterie con capacità differenti. Non mescolare batterie nuove con batterie usate.
-Fare attenzione a non invertire la polarità delle batterie nell’alloggiamento del carica batterie, prima di ogni ricarica verificare che il carica batterie sia adatto e correttamente settato in tensione e corrente. Non forzare l’inserimento delle batterie nel carica batterie. L’errato inserimento delle batterie può causare danni alle stesse ed agli oggetti nelle vicinanze.
-In caso di involucro deformato, perdita di acido, ruggine, odori particolari, rigonfiamenti ed ogni altra anomalia, non ricaricare le batterie. Non urtare e danneggiare l’involucro delle batterie.
-Non tentare di saldare le batterie, tentare riparazioni, deformarle, smontarle, forarle, disassemblarle, etc. l’uso improprio può causare danni e cortocircuiti interni non sempre visibili esteriormente.
-Se la carica dovesse perdurare oltre i tempi prestabiliti spegnere subito il carica batterie.
-Non utilizzare le batterie in apparecchi diversi da quelli per cui sono stati realizzati, verificare sempre preventivamente i dati e le dimensioni corrette nel manuale dell’apparecchio dove queste devono essere utilizzate.
-Non esporre le batterie all’acqua, umidità, pioggia, etc. Non caricare e utilizzare batterie umide.
-Non buttare le batterie nel fuoco o tenerle nelle sue vicinanze.
-Non usare, caricare, stoccare le batterie Li-Ion ad alte temperature.
-Non mettere le batterie nel microonde, in contenitori sotto pressione, nelle vicinanze di saldatrici ad ultrasuoni.
-Stoccare e conservare le batterie Li-Ion in luogo fresco, asciutto e ventilato, evitando l’umidità, lontano da possibili fonti di calore, fiamme libere, presenza di cibo e bevande. Mantenere uno spazio libero adeguato tra le batterie e le pareti poiché i cortocircuiti possono causare incendi, perdite o esplosioni, conservare le batterie nell’imballaggio originale fino all’uso
-Tenere le batterie Li-Ion fuori dalla portata di animali, bambini o persone inesperte.
Avvertenze operative
-Le batterie al momento dell’acquisto sono molto scariche, procedere alla loro carica prima dell’uso.
-Prima di procedere alla carica verificare se il carica batterie è adatto. Utilizzare solo carica batterie certificati per il tipo di batterie in questione e provvisti di circuito di protezione per il sovraccarico.
-Verificare che i terminali siano puliti.
-Inserire le batterie rispettando le polarità, attenzione che l’inversione di polarità potrebbe causare gravi danni
-Monitorare la carica, se questa dovesse durare oltre i tempi prestabiliti spegnere subito il carica batterie
-Non lasciare le batterie inserite nel carica batterie una volta terminata la loro carica.
-Caricare le batterie entro temperature ambiente tra i 10°C e 30°C, temperature diverse potrebbero causare dei problemi.
-Se una batteria ha subito una caduta o preso colpi contro una superficie dura, indipendentemente dalla condizione dell’involucro, interrompere l’uso e smaltire la batteria in conformità alle istruzioni per lo smaltimento.
*la mancata osservanza di una o tutte le precedenti indicazioni potrebbe causare l’esplosione delle batterie con conseguente fuoriuscita dell’elettrolito.
*se si verificasse una esplosione e/o fuoriuscita di elettrolito e questo dovesse venire a contatto con la pelle o con gli occhi, sciacquare immediatamente con abbondante acqua e consultare immediatamente un medico
Informazioni sullo smaltimento
Le batterie usate devono essere smaltite nel rispetto dell’ambiente, utilizzando gli appositi contenitori o punti di raccolta. Il simbolo sottostante o sulla confezione indica che il prodotto non deve essere considerato come un normale rifiuto domestico, ma deve invece essere consegnato ad un punto di raccolta appropriato per il riciclo di apparecchi elettrici ed elettronici. Assicurandovi che questo prodotto sia smaltito correttamente, voi contribuirete a prevenire potenziali conseguenze negative per l’ambiente e per la salute che potrebbero altrimenti essere causate dal suo smaltimento inadeguato. Il riciclaggio dei materiali aiuta a conservare le risorse naturali.
10.2 Gli utilizzatori finali devono altresì essere informati circa:
i. l'obbligo di non smaltire i rifiuti di pile e accumulatori (su cui, è peraltro apposto il simbolo del cassonetto barrato) come rifiuti urbani, e di effettuare, per detti rifiuti, una raccolta separata, essendo l’utilizzatore obbligato a restituire pile e accumulatori usati;
ii. i sistemi di raccolta dei rifiuti di pile e accumulatori a loro disposizione;
iii. le modalità di trattamento e il riciclaggio di tutti i rifiuti di pile e accumulatori;
iv. il ruolo che essi possono svolgere nel riciclaggio dei rifiuti di pile e accumulatori.

11. Forma scritta, luogo dell'adempimento, scelta del diritto applicabile, conservazione del contratto

11.1 Il requisito della forma scritta si applica a qualsiasi modifica o integrazione delle presenti CGC.
11.2 Sia per gli obblighi del Venditore che per quelli dell'acquirente, il luogo dell'adempimento è sempre quello della sede del Venditore .
11.3 Il foro esclusivo per tutte le eventuali controversie nascenti tra il Venditore e l'acquirente è quello della sede del Venditore.
11.4 Le presenti CGC sono soggette al diritto Italiano.
11.5 Qualora una delle disposizioni contrattuali convenute tra il Venditore e l'acquirente dovesse essere o divenire nulla o inefficace, ciò non pregiudicherà l'efficacia delle restanti disposizioni e di altri accordi.

 

Wentronic Italia S.r.l.
Via Provinciale Osovana 5
33030 Buja – Udine
Italia
Telefono: +39 0432 9694-50
E-mail: servizioclienti@wentronic.it
Lun-Gio    ore 8.00-18.00
Ven    ore 8.00-16.30

Ai sensi e per gli effetti dell'art. 1341 c.c. e seguenti, le Parti dichiarano di approvare espressamente le seguenti clausole:

Art. 1    Ambito di applicazione
Art. 2.3    Prezzi
Art. 2.4    Garanzie
Art. 3.3 Forniture parziali
Art. 3.4 Impedimenti
Art. 4     Passaggio del Rischio
Art. 5.6 Decadenza dal beneficio del termine
Art. 6     Riserva di Proprietà, Cessione, Conversione
Art. 8    Garanzia e responsabilità
Art. 11.     Luogo dell’adempimento, legge applicabile e foro esclusivo.

Wentronic Italia S.r.l.
Via Provinciale Osovana 5
33030 Buja – Udine
Italia
Telefono: +39 0432 9694-50
E-mail: servizioclienti@wentronic.it
Lun-Gio    ore 8.00-18.00
Ven    ore 8.00-16.30

Addì Gennaio 2015

Ultimo articolo esaminato