Tutela dell'ambiente

Guida pratica per l'etichettatura delle illuminazioni

energieetikett-lampenDal 1° settembre 2013 è entrata in vigore la nuova disposizione UE no. 874/2012 / UE sull'etichettatura energetica. La disposizione contiene nuovi obblighi che riguardano le informazioni contenute dalle confezioni, che informano il consumatore sulla classe di efficienza di un prodotto o sul consumo energetico ponderato in kWh per 1000 ore.
L'obbligo di etichettatura viene regolato mediante l'applicazione di una nuova etichetta energetica sulle confezioni dei prodotti. Potete ottenere questa nuova etichetta energetica e le informazioni approfondite associate dalla Wentronic in forma di un file CSV, in cui sono contenuti tutti i dati tecnici rilevanti del rispettivo articolo.

Dalla disposizione sono coinvolti i seguenti prodotti:


lampe1

 

Lampada/Luce concentrata alla tensione di rete

 

 

lampe2

 

Lampada/Luce concentrata alla tensione di rete

 

 

lampe3

 

Lampada/Luce concentrata alla bassa tensione di rete

 

 

lampe4

 

Lampada/Luce concentrata alla bassa tensione di rete

 



Secondo la nostra conoscenza sono impegnati dall'obbligo esteso di etichettatura solo prodotti che vengono importati e trattati dal tecnico doganale dopo il 01.09.2013. Questi prodotti dovranno essere sottoposti ad ulteriori test secondo il regolamento no. 1194/2012 / CE e riceveranno poi un'etichetta energetica estesa.
Le merci che dalla nostra casa sono state messe in circolazione prima del 01.09.2013, secondo le nostre conoscenze, non devono contenere queste informazioni. Ciò riguarda anche le informazioni richieste nel catalogo e nei media online.
Per una migliore panoramica dei prodotti interessati la Wentronic ha creato chiare limitazioni: Il vecchio codice di articolo non troverà nessun altro uso. L'articolo di seguito verrà condotto con un nuovo codice di articolo. Questi sono solo prodotti, che sono impegnati con la nuova disposizione UE e provvisti di una rispettiva etichetta energetica.
Avvertenza: Questa guida non comprende una consulenza legale, ma è solo un'interpretazione delle disposizioni e normative della UE a nostra conoscenza. Non sostituisce in nessun caso una consulenza legale!

 


 

Disposizione CE sulle sostanze chimiche REACH

La disposizione CE sulle sostanze chimiche REACH (Registration, Evaluation, Authorisation and Restriction of Chemicals) disciplina, tra l'altro, l'uso della cosiddetta. SVHC (Substances of Very High Concern) e IPA (idrocarburi policiclici aromatici), che sono ampiamente usate nella produzione della gomma.
La Wentronic conosce le disposizioni pertinenti dell'industria / del commercio e ha già realizzato diversi progetti con l'esclusione esplicita di queste sostanze. Come società commerciale siamo sempre interessati in collaborazione con i nostri produttori, di migliorare le caratteristiche dei nostri prodotti e di renderli privi di sostanze sospette. La Wentronic è secondo l'articolo 3 delle disposizioni REACH (CE) 1907/2006 né produttore né importatore di queste sostanze e quindi non le mette neanche in circolazione. La nostra azienda importa prodotti lavorati in UE che in singoli casi possono contenere ingredienti soggetti all'obbligo di registrazione in una frazione di massa di circa 0,1%. Qui può trattarsi delle seguenti sostanze:

•    Nome dibutilftalato benzilici di bis butile (2-etilesile)ftalato diisobutilftalato
•    Codice CE 201-557-4 201-622-7 204-211-0 201-553-2
•    Codice CAS 84-74-2 85-68-7 117-81-7 84-69-5

In condizioni normali e con un utilizzo conforme, queste sostanze non vengono rilasciate in una concentrazione a rischio per la salute.

 


 

Smaltimento di dispositivi elettronici (WEEE)

La Direttiva europea WEEE (Waste Electrical and Electronic Equipment) è stata creata per ridurre la quantità di rifiuti elettronici. I produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche devono contrassegnare i loro prodotti con un simbolo speciale e riprenderseli gratuitamente. I rifiuti elettronici non vengono smaltiti con altri rifiuti domestici, ma raccolti separatamente e consegnati alla gestione dei rifiuti locale di adeguati sistemi di raccolta e di ritorno. La Wentronic si assume la responsabilità e garantisce ogni giorno lo smaltimento ecologico delle vecchie apparecchiature e materiali elettronici. Siamo registrati con il numero 82898622 al registro per le apparecchiature elettriche ed elettroniche (EAR).

 


 

2012/19/UE RAEE/WEEE

La direttiva 2002/96 / CE del 27 gennaio 2003 sulle vecchie apparecchiature elettriche ed elettroniche, emanata dal Parlamento europeo e del Consiglio, è stata modificata per motivi di chiarezza nei punti essenziali. Con effetto del 13.08.2012 entrerà in vigore la nuova direttiva 2012/19 / UE. Non ci saranno modifiche per quel che riguarda la registrazione e il codice di registrazione collegato della Wentronic GmbH. Tutti i requisiti di etichettatura esistenti rimangono invariati, i prodotti che cadono sotto la direttiva WEEE sono da contrassegnare con il simbolo di un bidone con una trave sottostante e con una chiara identificazione del produttore. Ciò si verifica dalla Wentronic GmbH tramite i marchi commerciali registrati, come "Clicktronic", "Cabstone", "Tecxus", "Goobay" o "Fixpoint". Partner commerciali stranieri devono controllare loro stessi i rispettivi periodi di transizione e di etichettatura nel loro paese d'origine. L'esecuzione del WEEE non è regolata in modo uniforme sul territorio UE. Si tratta di una questione nazionale e ciascuno Stato membro disciplina lo smaltimento con propri ordinamenti.

Novità

Da subito vi è un obbligo generale di ritiro dei rifiuti di apparecchiature elettriche al dettaglio. Tale obbligo di ritiro sarà valido solo per piccoli dispositivi che non sono più grandi di 25 cm. Piccoli negozi al dettaglio e negozi artigianali non saranno colpiti da questa direttiva.

•    La registrazione sarà unificata a livello europeo.
•    Ci sarà un unico modulo che però dovrà essere consegnato in ogni Paese in cui viene messo in circolazione il rispettivo prodotto.

Il termine produttore e registrazione nazionale
Le aziende possono decidere i delegati delle rispettive registrazioni nazionali, sia per contratti a distanza dei loro dispositivi, sia per la normale esportazione. Con questo regolamento sarà rilevato in futuro anche il commercio su internet.

 


 

La lampada a risparmio energetico si è rotta?

Cosa potete fare? Proteggete l'ambiente con le lampade Goobay
Come produttore di lampade fluorescenti compatte e lampade a risparmio energetico a LED ci occupiamo di garantire non solo un consumo energetico più basso possibile e una durata più lunga dei prodotti, ma allo stesso tempo facciamo molta attenzione alla vostra sicurezza e ci sentiamo obbligati anche verso la tutela dell'ambiente. Durante la produzione dei nostri prodotti ci teniamo tanto che i pezzi possano essere tutti riciclati. Sosteneteci e contribuite alla riduzione dei rifiuti, smaltendo lampade non funzionanti in modo ecologico.

Non preoccupatevi in caso di rottura del vetro
Per la produzione delle lampade utilizziamo solo quantità minime di amalgama (mercurio legato) e facciamo completamente a meno del mercurio liquido. Le sostanze nocive non possono volatilizzarsi in caso della rottura del vetro e quindi non vi sono rischi pericolosi per la salute o esposizioni alle sostanze nocive per l'uomo e l'ambiente.

Procedura in caso di rottura


esl_secure_de

Istruzioni:
1.    Scollegare il prodotto dalla rete elettrica, tirando la spina, spegnere il prodotto o disattivare il fusibile.
2.    Aerare il locale per circa 15 minuti, aprire la finestra e chiudere la porta dall'esterno.
o    I vapori dell'amalgama vengono così rimossi.
o    L'amalgama è un unione stabile di mercurio ed è a disposizione come vapore di mercurio solo durante il funzionamento a temperature di 100°C. Durante il raffreddamento viene legato nuovamente in forma solida.
3.    Lasciate raffreddare la lampada in quest'arco di tempo.
4.    Rimuovere eventualmente i pezzi restanti dal portalampada.
5.    Rimuovere i frantumi di vetro con una scopetta e paletta e con guanti di protezione adatti. Per le parti più fini utilizzare eventualmente panni monouso o nastri adesivi.
o    Non utilizzare mai un'aspirapolvere, dato che tramite le ventilazioni possono essere emesse particelle di vetro nell'ambiente!
6.    Pulire la parte infranta sul pavimento con un panno umido.
7.    Chiudere in un contenitore tutte le parti contaminate di mercurio e mettere la seguente dicitura: "Attenzione, può contenere residui di mercurio di lampade fluorescenti compatte"
8.    Smaltire il contenitore portandolo al punto di raccolta.

Avvertenze di smaltimento
tonneSecondo la direttiva WEEE, le apparecchiature elettriche ed elettroniche non possono essere smaltite nella spazzatura domestica. Le loro componenti devono essere riciclate o smaltite separatamente, dato che contengono componenti pericolose e tossiche che con uno smaltimento improprio possono danneggiare in modo duraturo la salute o l'ambiente.
Come consumatore siete tenuti secondo la legge sulle apparecchiature elettriche ed elettroniche (ElektroG), di restituire gratuitamente gli apparecchi elettrici o elettronici dopo il termine della loro durata al produttore, al venditore o ad un punto di raccolta pubblico adatto. I dettagli sono disciplinati dalla rispettiva legge del Paese. Il simbolo sul prodotto, sulle istruzioni e/o sulla confezione indicano queste disposizioni. Con questo tipo di raccolta differenziata, riciclaggio e smaltimento di vecchie attrezzature date un contributo importante alla tutela dell'ambiente.

Direttiva WEEE: 2012/19/UE WEEE No.: 82898622
Le lampade fluorescenti compatte non possono essere smaltite nella spazzatura domestica! Esse contengono quantità di mercurio tossico e devono quindi essere smaltite a regola d'arte.
Le lampade a risparmio energetico LED non contengono sostanze nocive, devono però essere smaltite a causa delle loro pregiate materie prime nei luoghi predisposti al riciclaggio. Esse possono essere raccolte in contenitori come per le lampade fluorescenti compatte. Consegnate le lampade non funzionanti ai luoghi di raccolta della società di smaltimento comunale o dal vostro venditore. Trovate ulteriori punti di raccolta all'indirizzo web:www.lichtzeichen.de/sammelstellen.

 


 

Sostanze pericolose nelle apparecchiature e componenti (RoHS)
La direttiva UE sulla prevenzione delle sostanze pericolose nelle apparecchiature e nei componenti (Restriction of Hazardous Substances) e il "China RoHS" (Management Methods for Controlling Pollution Caused by Electronic Information Products Regulation) adempiono a stretti valori limite per il piombo, il mercurio, il cadmio, il cromo esavalente, i bifenili polibromurati e etere di difenile polibromurato. Ogni produttore o importatore deve valutare i suoi prodotti secondo queste sostanze e dal 2008 deve offrire solo merce conforme RoHS. La Wentronic non scende a compromessi quando si tratta dell'ambiente e sottopone tutti i prodotti del proprio assortimento ad una misurazione delle sostanze in questione. Ciò include anche ed esplicitamente le sostanze ritardanti la fiamma come etere di difenile polibromurato (DecaBDE). Tutti i prodotti valutati dalla Wentronic sono stati valutati conformi RoHS e già dal 2006 mantengono volontariamente i valori limite.

 


 

DIRETTIVA 2011/65/UE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO sulla restrizione dell'utilizzo di determinate sostanze pericolose in apparecchiature elettriche ed elettroniche (RoHS II)

Dal gennaio 2013 è in vigore una nuova direttiva RoHS II 2011/65/CE che sostituisce la direttiva 2002/95/CE. I produttori e gli importatori devono dimostrare la conformità dei prodotti che sono colpiti da questa direttiva mediante marcatura CE e dichiarazione di conformità. Quindi non è necessaria una dichiarazione del produttore separata.
Sulle sostanze vietate non è cambiato nulla rispetto la vecchia direttiva RoHS, così che tutti i valori limite per le sostanze rimangono valide.

Per l'applicazione valgono i seguenti termini:
Termine di applicazione della classe del dispositivo

01. Grandi elettrodomestici 02.01.2013
02. Piccoli elettrodomestici 02.01.2013
03. Apparecchi IT e telecomunicazione 02.01.2013
04. Apparecchi dell'elettronica di intrattenimento 02.01.2013
05. Corpi illuminanti 02.01.2013
06. Attrezzature elettriche ed elettroniche 02.01.2013
07. Giocattoli e attrezzature sportive e tempo libero 02.01.2013
08. Attrezzature mediche 22.07.2014
09. Strumenti di monitoraggio e di controllo incluso gli strumenti di monitoraggio e di controllo industriali 22.07.2014
10. Distributori automatici 02.01.2013
11. Altre apparecchiature elettriche ed elettroniche che non sono attribuibili a nessuna delle categorie di cui sopra. 22.07.2019

Di nuovo c'è la nuova categoria aperta 11 che in futuro includerà i cavi e prodotti finora esclusi. La Wentronic GmbH mantiene già adesso tutti i valori limite richiesti per i prodotti che rientrano nelle categorie con il periodo di transizione. La marcatura dei prodotti avviene in tempo e entro i periodi di attuazione.

 


 

Ritiro delle batterie secondo la legge sulle batterie (BattG)
Ogni consumatore è tenuto dalla fine del 2009 secondo §11 della BattGa restituire i rifiuti di pile e batterie ricaricabili. Le pile e le batterie ricaricabili non possono più essere smaltite nei rifiuti domestici. Queste possono essere consegnate gratuitamente nei punti di raccolta e ritiro.
Le pile e le batterie ricaricabili acquistate da Wentronic possono certamente essere inviate o consegnate. La Wentronic GmbH è registrata come produttore ai sensi della legge sulle batterie dall'agenzia federale per la tutela dell'ambiente con il codice 21000097. Il ritiro delle vecchie batterie viene assunta per la Wentronic dalla CCR Deutschland AG. Potete provvedere alla restituzione delle vecchie batterie tramite il seguente modulo:

 


 

Progettazione ecocompatibile dei prodotti a consumo energetico (EuP)
Con la direttiva sulla progettazione ecocompatibile europea (Prodotti-Energy using) viene inseguita una efficienza energetica e una ecocompatibilità migliorata degli apparecchi elettrici. Lo scopo è di risparmiare energia e altre risorse durante la produzione, il funzionamento e lo smaltimento. Tutti i prodotti distribuiti dalla Wentronic dal 2011 sono conformi alle norme EuP e risparmiano energia tutti i giorni. I nostri alimentatori per computer portatili, illuminazione, strumenti o simile aiutano tutti i giorni a ridurre il consumo energetico domestico.

Ultimo articolo esaminato